BAROLO DOCG

Arione Vini - Vini rossi

Barolo di Arione Vini rossi

Dettagli prodotto

Barolo Docg

  • Vitigno: Nebbiolo – sottovarietà Michet, Lampia, Rosé.
  • Colore: rosso granato con riflessi aranciati.
  • Profumo: intenso, etereo, profumo di rosa e di viola.
  • Sapore: asciutto, pieno, robusto, austero e vellutato.
  • Gradazione alcolica: minimo 13% vol.
  • Temperatura di servizio: 18-22 °C.
  • Contenuto: 75 cl.

Descrizione

CICLO PRODUTTIVO

Epoca di raccolta 1° e 2° settimana di ottobre. Pigiatura con diraspamento, fermentazione in grandi serbatoi, in presenza di bucce e vinaccioli, fino all’ esaurimento degli zuccheri naturali dell’uva, controllandone la temperatura che non deve superare i 25°C. Travasi del Barolo frequenti (3-4) da novembre a marzo, per favorire la decantazione naturale delle fecce. Successivamente 2 travasi ogni anno, in primavera ed in autunno, garantiscono una corretta maturazione del Barolo Docg. Invecchiamento del vino Barolo Docg di almeno 2 anni in grandi botti di Rovere ed affinamento in piccole botti. Imbottigliamento del vino rosso Barolo, previa filtrazione, a temperatura di cantina e riposo di almeno 3 mesi con bottiglia in posizione orizzontale.

Il consumo del vino rosso Barolo Docg si consiglia da 4 anni in poi, ma le annate buone consentono di consumarlo anche dopo svariati anni e non è raro degustare degli ottimi Barolo dopo 10 anni.

Caratteristiche Organolettiche del Barolo

Il colore del vino rosso Barolo è, per l’appunto, rosso granato con riflessi aranciati. Il patrimonio olfattivo del Barolo si presenta intenso ed eccezionalmente complesso, con note che tendono ad essere fruttate e floreali, come viola e vaniglia, o terziarie come goudron e spezie. Piacevoli le sue componenti "dure": acidità, tannini, sali, ma, allo stesso tempo, piacevolmente equilibrate quelle "morbide": alcoli e polialcoli. L’intensità e la persistenza eccezionali del Barolo lo rendono l’inequivocabile “Re dei Vini”. Cenni geografici Il nome del vino Barolo, celebre in tutto il mondo, deriva dal nome di uno degli undici comuni delle Langhe che ne costituiscono, oggi, la zona di prediletta di produzione. Le Langhe sono le colline incastonate come gioielli a sud della Città di Alba.

ABBINAMENTI

Con il vino Barolo Docg: Selvaggina, brasati e carni rosse, formaggi stagionati.